Raccolta Fiabe vol. 3
A piccoli passi – Il viaggio di Fedora la nuvola – La stella polare

Stella polareAprendo la porta, un alito di vento freddo invase la casa.
Sasha sentì il tocco gelato sfiorargli il viso e si nascose sotto le coperte, rabbrividendo.
La donna delle erbe era arrivata col suo buffo cappello.

Al villaggio pensavano che fosse un po’ strana, ma era l’unica capace di guarire ogni malattia.
“Da quanto tempo è a letto?”
“Da tre settimane”, rispose la mamma.
“Ha avuto sempre la febbre alta?”
“Si.”
“Tossisce, è raffreddato?”
“No, niente.”
“Ha mal di pancia?”

La mamma continuò a scuotere la testa a tutte le domande. Non aveva nessun sintomo, tranne la febbre.
La donna si avvicinò al letto con quell’odore di erba che si portava sempre appresso.

Sasha la guardò e lei sorrise.

“Allora, giovanotto, che cos’è successo?” Ma lui non rispose.
“Non hai tosse, niente mal di pancia, ma i tuoi occhi raccontano che sei malato. Cosa ti è successo?”

Sasha guardò la donna con ostilità. Chi pensava di essere per entrare in casa in quel modo e fare domande del genere?

“Non te la prendere, giovanotto!”, (disse con voce calma, sorridendo.)
“Sono abbastanza vecchia per riconoscere un dolore e quando qualcuno si ammala, senza motivo, vuol dire che una sofferenza troppo grande lo ha investito come una folata di vento freddo e per farlo guarire bisogna scaldargli il cuore.”

Sasha guardò la donna con più attenzione; il sorriso era ampio e caldo, come le parole.

“Da dove vieni?”, le chiese ancora nascosto dalle coperte.
La donna guardò verso la finestra, sopra il letto.

“Sai dov’è il grande lago in cui tutti vanno a pescare?” Sasha annuì.

“Se continui a camminare ancora, oltre il bosco, arrivi ad un ruscello. Lì dietro, vicino ai grandi alberi, c’è la mia casa.”

Seguì mentalmente il percorso che la donna gli aveva descritto.

“E’ lontano da qui. Sei venuta a piedi?”

La donna mosse la testa con calma.

“Si, con questa neve non potevo fare altrimenti.”
“Avresti potuto aspettare”, replicò Sasha.
“Ma tu no, non potevi aspettare”…

…continua

Amazon

Kindle