Amazon

iTunes

Audible

 

Raccolta Fiabe della tradizione – Cappuccetto rosso – Il gatto con gli stivali – Biancaneve –

 

C’era una volta una bambina tanto carina e dolce che solo a vederla, tutti se ne innamoravano.
La nonna, che l’amava più di ogni altra cosa, le aveva regalato un cappuccetto di velluto rosso e poiché le stava tanto bene e lei non voleva mettere che quello, tutti la chiamavano Cappuccetto Rosso.
Un giorno la mamma le disse: “Vieni, Cappuccetto Rosso, qui c’è una bella fetta di dolce e una bottiglia di vino, portali alla nonna; è ammalata e debole e queste cose le faranno tanto bene. Preparati prima che faccia troppo caldo e mi raccomando, vai piano e sii attenta per la strada perché potresti cadere e rompere la bottiglia. Quando arrivi da lei ricordati di salutarla subito e di non metterti invece a frugare in ogni angolo.”
“Farò tutto per bene”, promise Cappuccetto Rosso alla mamma, “te l’assicuro!”
La nonna abitava nel bosco, a mezz’ora di strada dal paese. Quando Cappuccetto Rosso giunse nel bosco, incontrò il lupo. Cappuccetto Rosso non sapeva che il lupo fosse un animale cattivo e perciò non aveva paura.
“Buongiorno Cappuccetto Rosso”, disse il lupo.
“Buongiorno a te!”, rispose la bambina.
“Dove vai Cappuccetto Rosso così presto di mattina?”
“Vado dalla nonna.”
“Cosa porti nascosto sotto il grembiulino?”
“Vino e torta, l’abbiamo cotta proprio ieri sera così la nonna che è debole e malata si rinforzerà.
“Dove sta la tua nonna?”
“Poco lontano da qui, nel bosco, proprio sotto le tre querce; là c’è la sua casetta e lì vicino c’è un gran cespuglio di noccioli. Hai capito dove?”
Il lupo pensò fra sé e sé: “Questa bambinetta bella morbidina è proprio un bocconcino prelibato per me. Sarà certo meglio della vecchia! Ma se sarò accorto, le mangerò tutte e due!”